Pulire gli impianti di climatizzazione e prepararsi all’estate

condizionatore o condizionare

Pulire gli impianti di climatizzazione e prepararsi all’estate

Aria salubre, risparmio energetico, efficienza e corretto funzionamento sono i principali motivi che dovrebbero spingere ad effettuare periodicamente la pulizia dei nostri impianti di climatizzazione.

Il periodo ideale è quello tra i mesi di aprile e maggio, quando non si è ancora nel pieno della stagione estiva. Ma cosa occorre fare realmente? Quali sono le eventuali spese da sostenere? E come poter risparmiare sulla manutenzione?
Tenteremo di chiarire la situazione nel corso di questo articolo.

club-2492011__340Un intervento previsto per legge

La pulizia di questi apparecchi non è un’attività facoltativa, ma per legge va effettuata ogni due anni, con una pulizia approfondita dei componenti.
L’obiettivo è quello di rendere sicuro l’impianto, risparmiare energia e garantire il corretto funzionamento, nel rispetto delle condizioni igieniche.

 

Sì, perché non dobbiamo dimenticare che i condizionatori possono diventare un covo di batteri e germi che si annidano nel filtro e, di conseguenza, vengo immessi nell’aria che respiriamo.

Come spiegato nell’articolo di www.padronidicasa.it

Questa operazione in genere richiede l’ausilio di un tecnico specializzato e può arrivare a costare fino a 100 euro ad apparecchio. Essa comprende:

  • pulizia del filtro, della batteria, dell’unità esterna
  • controllo dei condensatori

Il costo può essere un fattore frenante, che può portare alle tipiche soluzioni “fai da te”. Ma il il rischio è di  creare ulteriori danni: questa pratica permette di risparmiare ma ci sono operazioni per le quali l’intervento di un esperto è indispensabile.

Esistono, infatti, impianti particolari (come quelli con canalizzazione diffusa) che richiedono una pulizia più completa ed efficace, raggiungendo punti precisi, e l’utilizzo di specifici prodotti.

Risultati immagini per pulizia condizionatore

Il filtro e l’unità esterna sono le componenti più importanti a pulire; esse possono essere più o meno sporche, in base all’utilizzo.

– Per l’unità esterna dovrà essere utilizzato un aspiratore e le pale delle ventola dovranno essere pulite in modo da rimuovere tutti i residui di polvere.

– La pulizia dei filtri può essere eseguita una volta al mese (dipende dalla frequenza di utilizzo) seguendo le indicazioni del libretto illustrativo dell’apparecchio.

 

CONSIGLI

– Effettuare la manutenzione prima della stagione estiva, per da garantire ul corretto funzionamento e ul risparmio energetico;
– pulire periodicamente i filtri;
– eseguire un controllo sui condensatori da parte di un tecnico specializzato.


FONTI:
www.gruppoedilimpianti.it
www.lavorincasa.it
www.oggi.it
www.padronidicasa.it

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.