Regole per la manutenzione delle caldaie a Pesaro

Caldaia a condensazione

Regole per la manutenzione delle caldaie a Pesaro

L’impianto di riscaldamento è un elemento essenziale nella casa di ogni famiglia ed è importante che sia efficiente e funzionante.

Manutenzione caldaie a Pesaro: tempistiche corrette

Non è obbligatorio il controllo annuale della caldaia ma, è consigliabile eseguire la manutenzione nei mesi più caldi in modo che sia, pronta e funzionante per i mesi più freddi dell’anno. Ogni sistema di riscaldamento ha scadenze diverse e le troverete indicate nelle istruzioni tecniche per l’uso e la manutenzione rese disponibili dall’impresa installatrice dell’impianto.

Provvedere a far controllare la propria caldaia da una ditta specializzata porta anche dei vantaggi in termini di riduzione dei consumi e inquinamento.

Pulizia caldaie: contatta Guidi Impianti

E’ sconsigliata la manutenzione fai da te. Una caldaia è composta da tanti elementi ed è indispensabile un corretto funzionamento di ogni elemento. Per questo motivo, è consigliato rivolgersi a Guidi Impianti, esperto nel settore da 50 anni. Un sistema di riscaldamento pulito ed efficiente consuma meno e, di conseguenza, vi farà risparmiare sulla bolletta.

Ecobonus Risparmio Energetico 2017

Se la vecchia caldaia è inefficiente, potete usufruire dell’Ecobonus del 65% per la sostituzione di una nuova caldaia a condensazione.

Questo incentivo consiste nel recupero in 10 rate annuali, tramite detrazione dall’imponibile Irpef, del 65% del totale delle spese sostenute per l’acquisto del nuovo impianto di riscaldamento.

Inoltre, rottamando la vostra vecchia caldaia e sostituendola con uno dei nuovi modelli di caldaie a condensazione offerte dall’azienda Guidi Impianti entro il 2017, avrete un risparmio immediato in bolletta.

I nuovi modelli di caldaia a condensazione risultano essere molto più efficienti dei vecchi modelli a combustione standard in quanto, a parità di resa termica, risultano consumare molto meno combustibile. Questo grazie al fatto che vi è un maggior recupero dei fumi di scarico (vapore acqueo), che nel caso di vecchie caldaie viene disperso nell’atmosfera attraverso l’apposito condotto di evacuazione dei fumi, mentre grazie ai nuovi sistemi a condensazione viene recuperato e ne viene sfruttano nuovamente il calore (il vecchio sistema espelle il vapore a una temperatura di circa 40 gradi).

Quindi, tra Ecobonus e i soldi che risparmierete in bolletta, si accelereranno i tempi dell’investimento.

Vantaggi ambientali per le caldaie a condensazione

L’uso di caldaie a condensazione ha dei vantaggi per l’uomo e di conseguenza per l’ambiente. Grazie a questo sistema di produzione del calore, ci saranno emissioni inquinanti ridotte rispetto a quelle di una caldaia di tipo tradizionale. Questo effetto viene garantito grazie alla presenza di un bruciatore a pre-miscelazione, il quale svolge proprio la funzione, tra le altre, di ridurre al minimo sia il consumo di gas, sia la diffusione di sostanze nocive nell’ambiente.

Oltre alla grande riduzione delle emissioni inquinanti nell’ambiente, tra i vantaggi ambientali delle caldaie a condensazione ci sono quelli legati all’ottimizzazione dell’energia. Il sistema di combustione di queste caldaie, nel quale la miscela composta da aria e gas viene realizzata direttamente all’interno del “ventilatore” (che si occupa di soffiarla in modo diretto sul bruciatore), consente di ottenere prestazioni energetiche molto alte e, soprattutto, ottimizzate. Il rendimento energetico delle caldaie a condensazione risulta superiore a quello di una caldaia a gas tradizionale, facendo ulteriormente propendere per il sistema a condensazione.

In questo modo la maggiore efficienza delle caldaie a condensazione consentirà di utilizzare in modo ottimale le risorse ambientali, senza sprechi, senza dover abusare del gas e potendo, quindi, limitare i consumi.

Per sapere di più sulla sostituzione, installazione e manutenzione delle caldaie a condensazione a Pesaro rivolgiti a Guidi Impianti o contattateci e risponderemo a tutte le vostre domande.

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.