Come e Dove Posizionare un Climatizzatore Efficiente

uso efficiente dei condizionatori

Come e Dove Posizionare un Climatizzatore Efficiente

L’estate continua e chi non ama il caldo, sarà già provvisto di un climatizzatore efficiente o chi non ce l’ha ancora, si chiederà come e dove posizionare il proprio climatizzatore. E’ necessario tenere presenti alcune indicazioni. E’ necessario tenere presenti alcune indicazioni.

Climatizzatore Efficiente: Come e Dove Posizionare lo Split Interno

Per quanto riguarda lo split interno, l’installazione più corretta e adeguata di un climatizzatore efficiente dipende anche dalla tipologia: unità interne a parete, a pavimento, a soffitto o a controsoffitto. In ogni caso, il getto d’aria prodotto non deve colpire in modo diretto le persone che si trovano all’interno dell’ambiente, altrimenti l’aria fredda diventerebbe un disturbo piuttosto che motivo di benessere.

E’ importante installare il climatizzatore nella parte alta della parete. L’aria fredda scende e si mescola più facilmente con quella calda che invece sale. Comunque,  bisogna fare in modo che l’unità interna del climatizzatore sia collocata in una posizione comoda e accessibile a coloro che si occuperanno della manutenzione della stessa o della pulizia dei filtri. Un luogo comodo, facilmente raggiungibile e libero da ostacoli e ingombri è quindi l’alloggio ideale per l’unità interna del climatizzatori. La pulizia dei filtri e’ indispensabile per avere un climatizzatore efficiente. Deve essere pulito almeno una volta al mese nel periodo di utilizzo.

Ma esiste una distanza massima tra split interno ed esterno, per fare in modo di avere un climatizzatore efficiente?

Climatizzatore Efficiente: Come e Dove Posizionare lo Split Esterno

Per limitare perdite di carico, ridurre i consumi di energia e costi di installazione, la rete climatica va progettata in modo da ridurre il più possibile le resistenze, scegliendo percorsi quanto più brevi e rettilinei. Non è solo la potenza del motore a determinare la quantità di freddo che un climatizzatore è in grado di produrre, ma anche la distanza che intercorre tra le sue componenti è fondamentale.

Lo split esterno del climatizzatore va posizionato in un luogo esterno, di solito in un balcone oppure installata a parete.

L’unità esterna va posizionata su delle staffe in modo da essere perfettamente livellata, ma non necessariamente in corrispondenza dell’unità interna. Può venire posta anche più in basso o in alto rispetto a quest’ultima. È importante lasciare uno spazio di almeno 10-15 cm tra l’unità e la parete di fondo, in modo da garantire una corretta aerazione della macchina ed evitare surriscaldamenti che potrebbero portare l’unità sotto eccessivo sforzo e inficiarne così le prestazioni.

Allo stesso modo, la parte antistante l’unità esterna deve essere libera da ingombri che potrebbero limitare o impedire l’aerazione. Uno spazio adeguatamente aperto e aerato assicura il corretto funzionamento dell’unità esterna del climatizzatore, oltre a limitarne la rumorosità che risulterebbe amplificata in spazi angusti o ristretti.

In ogni caso, per non compromettere l’efficienza di un climatizzatore, anche se progettato nel migliore dei modi, vale una regola: manutenzione. La manutenzione del sistema di distribuzione è fondamentale per rimuovere sporcizia e batteri, che ostacolano il fluire dell’aria e ne abbassano la qualità.

Non dimenticatevi di rivolgervi ai tecnici ed esperti qualificati di  Guidi Impianti per l’installazione e la manutenzione del vostro climatizzatore!

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.